Italian Grape Ale: la birra italiana che si fa con l’uva

Italian Grape Ale: la birra italiana che si fa con l’uva

Se pensate che l’uva produca solo il vino vi sbagliate di grosso: dai grappoli dei vigneti più pregiati d’Italia nasce una birra che conserva intatto l’aroma delle diverse varietà di vite. L’Italian Grape Ale, o più comunemente IGA, è una birra rinfrescante che ha al suo interno tutte le tipicità dei vini nostrani, eccellenze del Made in Italy e fiore all’occhiello dell’export agroalimentare.

Ed è proprio da oltreoceano che arriva la consacrazione dello stile italiano brassicolo, quando nel 2015 il Beer Judge Certification Program ha premiato l’Italian Grape Ale con un riconoscimento internazionale, menzionandola tra le birre emergenti delle Guidelines 2015. Il BJCP è un’organizzazione no-profit statunitense nata nel 1985 che cataloga, promuove e divulga la conoscenza delle birre in tutto il mondo.

Dal riconoscimento senza precedenti del Beer Judge Certification Program datato 2015, la IGA ne ha fatta di strada: i birrifici (non solo italiani) che si cimentano nella produzione dell’Italian Grape sono in crescita. Scopriamo le caratteristiche che hanno reso celebre in tutto il mondo l’italian Grape Ale, direttamente dalle pagine delle Guidelines di BJCP.

La birra IGA, caratteristiche aromatiche della birra nostrana

L’Italian Grape Ale è una birra italiana caratterizzata dalle diverse varietà di uva, che la rendono all’assaggio a volte rinfrescante, a volte più complessa. Per quanto riguarda il sapore e gli aromi della giovane tipologia brassicola, le linee guida di BJCP sono molto elastiche e pongono pochissimi vincoli.

L’identità dell’Italian Grape Ale risiede nell’impiego dell’ingrediente identificativo che le dà il nome – l’uva, per l’appunto – ma può essere aggiunto sia sotto forma di frutto che di mosto. Le linee guida di BJC, inoltre, hanno specificato che nelle birre IGA l’anima birraia non viene mai meno: infatti, sebbene le caratteristiche aromatiche dell’uva siano presenti con note nettamente riconoscibili, non sovrastano mai tutti gli altri aromi.

Le birre IGA abbinate al cibo: il connubio perfetto

Queste indicazioni così labili, ovviamente, danno vita a una varietà di produzioni diverse, profili aromatici, e sapori unici, legati a filo doppio con le specificità del territorio e della produzione vinicola italiana. Le IGA, infatti, offrono al birrificio l’opportunità di rendere esclusive le produzioni, ancorandosi al territorio d’origine con uve locali. La componente uvosa della birra Italian Grape Ale si sposa bene con i piaceri della tavola, diventando un ottimo abbinamento per i piatti tipici invernali e formaggi stagionati.

I birrifici che si cimentano in questa tipologia di birra sono in crescita. Per chi non le conoscesse, consigliamo di scoprire le birre Italian Grape Ale, orgoglio tutto italiano per quanto riguarda la produzione brassicola. Su Trovabirre potrete scoprire le migliori aziende brassicole produttrici di birre IGA, valutare le offerte più convenienti e confrontare le diverse etichette proposte sullo shop.

Continuate a seguire il blog di Trovabirre e, nel frattempo, cheers!

 

Il progetto startup TrovaBirre è un'idea di Sabrina De Siero e Angelo Romano.
Phone: ‎+39 081 218 2373
Sede Operativa: via Vecchia delle Vigne 24 - 80078 Pozzuoli (Na)
Sede Legale: via Circonvallazione Clodia 163 - 00195 Roma